Prenota online la tua vacanza nel Salento

Per richieste di camere famigliari, di extra bed o di camera matrimoniale uso singola, vi invitiamo a rivolgervi direttamente al nostro ufficio prenotazioni.

La costa adriatica salentina è davvero "interminabile": essa, infatti, si estende da Leuca fino alle marine del leccese.

Tra l'estremità meridionale di questo tratto costiero, ovvero appunto il Capo di Leuca, e la marina della provincia di Lecce situata più a Nord, la località di Casalabate, ci sono almeno 100 Km di distanza.

Una costa lunghissima e dai mille volti

Si può ben immaginare, dunque, quanto numerose siano le località appartenenti a tale tratto: la costa adriatica del Salento ha davvero mille volti.

Elencare in modo completo tutti i luoghi meritevoli di una visita è davvero improbabile, di conseguenza citiamo i più importanti con la consapevolezza di dimenticarne alcuni che non sono di certo da meno.

Dal Capo di Leuca alla Marina di Tricase

Avviando questo nostro tour virtuale dalle zone di Leuca, risalendo lungo la costa, possiamo menzionare anzitutto la località Ciolo, rinomata per l’iconico ponte che si stende su un fiordo spettacolare.

Le scogliere a picco sul mare incorniciano una piccola caletta con fondali digradanti, ma chi preferisce nuotare con maggiori profondità non deve fare altro che spostarsi un po' più avanti. Inoltre, non è raro che i più audaci si cimentino in tuffi incredibili.

Il trekking lungo i sentieri del Ciolo consente di godere appieno del fascino naturale di questa località.

Continuando a salire verso nord, la costa propone prettamente tratti di scogliera, punteggiati da splendide grotte marine: Novaglie, ad esempio, ne vanta diverse.

Proseguendo in questo tour del versante adriatico, si troveranno le coste di Tricase, di cui è una degna icona Marina Serra. Anch'essa scogliosa, Marina Serra è famosa per la sua piscina naturale, ovvero una zona protetta da alte scogliere che sembra essere un'autentica piscina, caratterizzata da acque calme e limpidissime e fondali bassi.

Incontaminate e spettacolari sono la Marina di Andrano e la Marina di Marittima. Quest'ultima vanta un luogo davvero meraviglioso, ovvero l'insenatura di Acquaviva, una caletta scogliosa che racchiude un mare calmo e straordinariamente limpido, al punto che il fondale si può vedere in modo nitido. Autentico paesaggio "da cartolina", l'insenatura di Acquaviva è perfetta per la balneazione e la presenza di scalette, sentieri e superfici piane consente di godere appieno di questo paradiso.

Castro e Santa Cesarea Terme

Una menzione a parte merita Castro, un borgo medievale davvero suggestivo con meravigliosi scorci sul mare. È qui che si trova la Grotta Zinzulusa, che si può visitare con degli appositi tour in barca, ma anche a piedi.

Pochi chilometri oltre c'è invece Santa Cesarea Terme, una località molto pittoresca, dal nome tutt'altro che casuale: in zona, infatti, sono presenti delle terme conosciute in tutta Italia.

La rinomata Otranto

Passando per altre bellissime località come Porto Badisco, si raggiunge Otranto, una delle città turisticamente più rinomate del Salento. Conosciuta come la Porta d’Oriente, vanta tante bellezze storico-artistiche, su tutte il suo imponente Castello Aragonese.

Nell'area idruntina le scogliere, fino ad ora predominanti, iniziano a lasciare il posto a dei tratti sabbiosi: poco più a Nord di Otranto, infatti, è presente una zona balneare molto rinomata denominata Alimini, dove sono presenti ampie spiagge sabbiose incorniciate da rigogliose pinete.

Dalle marine melendugnesi a quelle leccesi

Continuando il nostro viaggio virtuale lungo la costa adriatica salentina si raggiungono le marine di Melendugno, nell'ordine Sant'Andrea, Torre dell'Orso, Roca Vecchia e San Foca. Tra queste, una menzione particolare la merita Torre dell'Orso, sia per la sua straordinaria bellezza, sia perché è una località molto gettonata a livello balneare e piuttosto viva anche nelle ore serali.

Lungo l’ultimo tratto di costa, si incontrerà poi una meravigliosa riserva naturale statale gestita dal WWF, denominata Le Cesine. Da qui si raggiungono le marine leccesi, frequentatissime da chi vive in città per via della loro vicinanza: San Cataldo, Frigole, Torre Chianca e Torre Rinalda, immersa nel verde di Parco Rauccio.